• sabato , 18 novembre 2017

Franco Cipriano

cipriano_6

Nato a Frigento ( AV ), il 24 Gennaio 1955 , vivo a Napoli, con mia moglie Rosaria ed i miei due figli, Claudia e Francesco. Dopo una infanzia in paese ed il liceo ad Ariano Irpino ho seguito la mia famiglia a Brescia. Mi sono laureato a Pisa nel 79 in Scienza dell’informazione ( Informatica ). La mia carriera, dopo una prima fase presso una multinazionale americana dell’ICT, si è sviluppata all’interno di un grande gruppo italiano dell’energia e delle infrastrutture gas. L’esperienza professionale e manageriale in ambito aziendale si è successivamente arricchita di una intensa attività associativa con l’AIDP ( Associazione Italiana per la Direzione del Personale ) dove ho avuto l’onore ed il piacere di ricoprire incarichi di rappresentanza sia a livello regionale che nazionale. Nel corso degli anni ho tenacemente intrapreso studi, approfondimenti e ricerche in ambito HR e anche in virtù di questi, ho partecipato come relatore ad incontri associativi, convegni e workshop tematici. Recentemente ho aperto un blog, HR-storytelling , dove racconto storie di HR Leadership e commento articoli, libri e news on-the-web in materia di lavoro, persone e professione HR.

ESPERIENZA PROFESSIONALE E MANAGERIALE

Dopo la laurea in Informatica a Pisa ( 1979 ), ho iniziato a lavorare a Milano in una multinazionale dell’informatica, la SPERRY UNIVAC, nota per aver ideato e realizzato il primo computer gestionale; ricordo in particolare l’anno passato nel centro ricerche mondiale di Blue Bell ( Philadelphia , USA ). Nel 1984, catturato dal Direttore ICT di Italgas ( Torino ) ho avuto l’opportunità di vedere da vicino lo sviluppo dei sistemi informativi di una grande organizzazione a carattere nazionale ed internazionale. Gradualmente, passando attraverso ruoli di sviluppo organizzativo e di project manager, ho riorientato la mia carriera da esperto di informatica a professionista delle risorse umane. Rientrato a Napoli nel 1989 nella controllata Napoletanagas sviluppo competenza e professionalità nelle aree di organizzazione, gestione risorse e formazione. Il primo incarico manageriale arriva nel 1995 come Responsabile Personale e Organizzazione dell’Area Centro di Italgas ( circa 500 persone ) con sede a Roma e competenza territoriale nelle regioni Lazio, Umbria e bassa Toscana. In seguito consolido la mia esperienza manageriale in ambito HR con successivi incarichi nelle società operative di Italgas ( Acquedotto Vesuviano, Napoletanagas e Sicilianagas ). Alternando le responsabilità di HR manager territoriale a quelle di project leader in attività di change management, vivo intensamente le trasformazioni di Italgas fino alla sua integrazione nel gruppo Snam. Più recentemente ( dal 2012 ) entro a far parte del team della Direzione Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Snam che si occupa di web corporate communication.

ESPERIENZA ASSOCIATIVA

cipriano_aidpEro responsabile Personale e Organizzazione di Acquedotto Vesuviano ad Ercolano ( NA ) quando ho conosciuto l’AIDP, l’associazione professionale di riferimento, ed ho iniziato a frequentare il Gruppo Regionale della Campania. Attratto e coinvolto dalla attività associativa ho dedicato questi primi anni di associazione al coordinamento del Gruppo Giovani Professionisti HR campani. In questo periodo ho anche contribuito alla progettazione ed inizialmente coordinato uno dei primi Master in HR Management attivi a sud di Roma, presso la STOA’ Business School di Ercolano. Successivamente sono stato cooptato nel direttivo campano con l’incarico di vice presidente. Dopo due mandati da vice presidente, nel 2009 sono stato eletto Presidente del Gruppo Regionale Campania. In questo periodo , con Filippo Abramo Presidente Nazionale AIDP, ho anche accettato l’incarico di Vice Presidente Nazionale con delega al Marketing associativo e comunicazione. Nel corso del mio mandato da presidente regionale, durato poco più di cinque anni, ho cercato di caratterizzare il gruppo campano per vivacità professionale, collaborazione con Università ed Istituzioni regionali e continuità di rapporti con le altre associazioni. Attualmente, con la presidenza regionale affidata a Matilde Marandola, sono membro del direttivo con delega ai rapporti con le altre associazioni professionali e manageriali.

 

STUDI, APPROFONDIMENTI E RICERCHE

Accanto all’esperienza concreta in azienda ed anche a supporto della vita associativa ho sempre cercato di individuare e curare nel tempo studi e ricerche in alcune aree HR che poi sono state oggetto dei miei interventi in pubblico. Volendo semplificare e razionalizzare posso individuare tre filoni di approfondimento che hanno caratterizzato altrettanti periodi della mia esperienza professionale ed associativa.

Sviluppo di modelli di competenze ( 1995 – 2003 ) . Partendo dagli studi e ricerche di Guy Le Boterf in Francia e di Richard Boyatzis in America ho sviluppato una solida expertise nella progettazione e realizzazione di modelli di competenze che in qualche modo combinano le caratteristiche francesi ( sapere, saper fare, saper essere ) a quelle anglosassoni ( Knowledge, Skill & Ability ). L’incontro con Dave Ulrich a Parigi nel 1999, durante un congresso mondiale dei professionisti HR, mi ha poi indirizzato verso i modelli di competenze della famiglia professionale HR. Da allora seguo con assiduità le indagini, di respiro mondiale ed a cadenza quinquennale, condotte da Dave sulla evoluzione delle competenze HR. L’indagine più recente ( 2012 ) ha coinvolto più di 20.000 tra manager e professionisti delle risorse umane ed è descritta nel libro HR from the Outside In: Six Competencies for the Future of Human Resources.

Sistemi di maturità ed eccellenza nei processi HR ( 2004 – 2010 ). A seguito di una significativa esperienza manageriale sui Sistemi Integrati di Gestione ( Qualità, Ambiente, Sicurezza ) ho provato ad approfondire i modelli di maturità ed eccellenza delle organizzazioni, in particolare il CMM-people ed il modello europeo EFQM . Questo studio mi ha portato gradualmente ad ideare e realizzare un modello di maturità “specifico” per i Sistemi di gestione e sviluppo delle risorse umane che ho denominato HR Role Model. Con questo modello, utilizzando circa un centinaio di indicatori, un team di valutatori può misurare il livello di maturità del sistema attuato da una specifica organizzazione. Ho anche progettato e realizzato una versione ludica del modello, HR Role Game, con tabelloni e carte da gioco, che utilizzo per animare assessment di gruppo in aula sia con giovani studenti che con team di professionisti HR.

Empowered network e social business ( dal 2011 … )
Più recentemente ho intrapreso un terzo filone di studio e ricerca sui network professionali interni ed esterni alle organizzazioni e più in generale sul cosiddetto social business. In particolare sono interessato ad approfondire le modalità attraverso cui gruppi di persone che condividono la stessa area professionale/manageriale ( come le associazioni manageriali di settore AIDP, ANDAF e/o le famiglie professionali interne all’organizzazione come HR, AFC, ICT…) si organizzano e strutturano in comunità professionali finalizzate alla condivisione ed apprendimento delle migliori pratiche, allo sviluppo delle conoscenze costitutive della professione, nonché all’ innovazione tecnologica e di processo.